Terapie manuali e riabilitative

Il poliambulatorio In Corpore Sano, tramite i suoi professionisti specializzati, offre una vasta gamma di terapie manuali e riabilitative.

Massoterapia, Linfodrenaggio manualeKinesiterapia segmentariaRieducazione funzionaleManipolazioni VertebraliInfiltrazioni articolare, IdrokinesiterapiaRieducazione funzionale in acquaBendaggio e taping funzionaleAcquaticità per neonati

 

 

massoterapia distrettualeMassoterapia

Il massaggio consiste in una serie di manovre manuali apportate su diversi distretti corporei con benefici a carico della cute, sottocute, muscoli, articolazioni e terminazioni nervose.Vi sono varie tecniche di massaggio che vengono applicate secondo indicazioni terapeutiche:

massaggio tradizionale;  massaggio depletivo; massaggio connettivale; linfodrenaggio secondo Vodder; massaggio trasversale profondo secondo Cyriax.

 

 

linfodrenaggioLinfodrenaggio manuale

L'effetto del linfodrenaggio manuale consiste in gran parte in una eliminazione meccanica dal tessuto dei liquidi in eccesso e degli elementi in essi esistenti.
Pertanto viene utilizzato principalmente per ottenere un effetto di riassorbimento degli edemi, soprattutto degli arti, formatosi, per esempio, in seguito ad asportazione dei linfonodi, come l'edema dell'arto superiore dopo mastectomia.
Il linfodrenaggio manuale stimola il moto linfatico, porta ad un aumento della capacità di trasporto della linfa.

 

 

KinesiterapiaKinesiterapia segmentaria

La kinesiterapia (dal greco kinesi=movimento) consiste in un insieme di tecniche di mobilizzazione che hanno come obiettivo il mantenimento dell'elasticità dei tessuti molli, della libertà articolare o, in altri casi, il mantenimento ed il recupero del trofismo muscolare e/o della forza. La kinesiterapia è indicata per trattare i diversi segmenti del corpo che hanno subito traumi, interventi chirurgici o lesioni articolari (ad esempio artrosi all'anca, artrosi cervicale, operazioni al ginocchio, operazioni alla spalla, operazioni alla mano)

 

 

Rieducazione funzionaleRieducazione funzionale

A seguito di traumi o interventi chirurgici, per patologie ortopediche o neurologiche il paziente presenta una ridotta capacità funzionale, quindi una impossibilità allo svolgimento della corretta funzione di un segmento corporeo con possibile conseguente riduzione della funzionalità corporea in toto. Il compito del terapista è ripristinare attraverso metodiche congrue e specifiche la corretta funzione.
Durante le sedute vengono quindi applicate tecniche attive e/o passive di rieducazione mirate al recupero della mobilità articolare, del tono muscolare e degli schemi posturali e motori originali.

 

 

Manipolazione vertebraleManipolazioni Vertebrali 

La manipolazione è una mobilizzazione passiva forzata che tende a portare gli elementi di una articolazione o di un insieme di articolazioni al di là del loro gioco abituale, fino al limite del loro gioco anatomico possibile. Consiste dunque per il rachide, quando lo stato di questo lo permette e lo richiede, nell'eseguire dei movimenti di rotazione, di lateroflessione, di flessione o di estensione, isolati o combinati, a livello del segmento vertebrale scelto

 

 

 

Infiltrazione articolariInfiltrazioni articolari

L'iniezione intrarticolare di farmaci (anestetici locali, corticosteroidi, acido ialuronico o ossigeno-ozono) è un atto medico eseguito dal medico fisiatra della struttura In Corpore Sano.

Questo tipo di iniezioni, permettono di ridurre il dolore in molti pazienti in cui la terapia con farmaci e/o la fisioterapia non hanno avuto successo completo. Tutte le articolazioni possono essere trattate con infiltrazioni dalle piccole articolazioni delle dita fino a quelle più grandi come il ginocchio e l'anca.

 

 

IdrokinesiterapiaIdrokinesiterapia

L'idrokinesiterapia consiste nell'immersione del corpo in una piscina. Il peso del corpo viene alleggerito fino al 90%(se l'immersione è fino all'altezza delle spalle) al fine di affrontare i vari esercizi di riabilitazione con uno sforzo sensibilmente ridotto. Grazie a questa metodologia di lavoro si registrano ottimi risultati terapeutici in breve tempo. La specifica composizione chimica e la temperatura dell'acqua termale favoriscono una ripresa dolce e graduale dell'esercizio fisico.
L'idrokinesiterapia rappresenta, quindi, una terapia naturale ed efficace non solo per il recupero ed il mantenimento dell'apparato locomotore, ma anche per la riduzione dei tempi di recupero.

 

 

Rieducazione funzionale in acqua 3488498542 d9184f2765

La parziale assenza di gravità in acqua rende più efficace la terapia della rieducazione funzionale prevenendo i traumi tipici della rieducazione funzionale a terra.
La rieducazione funzionale in acqua inoltre consente di effettuare movimenti che a terra non sarebbero possibili.
Mentre si effettua la rieducazione funzionale il corpo beneficia del massaggio rilassante e distensivo dell'acqua.
Infine la rieducazione funzionale in acqua mette il paziente nelle condizioni di percepire maggiormente la differenza tra l' arto sano e l'arto malato e di concentrarsi su quest'ultimo evitando che l'arto sano subisca traumi nel tentativo di compensare la mancanza di funzionalità da parte dell'arto malato.
Infine possiamo confermare che la rieducazione funzionale in acqua rappresenta la possibilità di fare attività motoria anche subito dopo un infortunio favorendo il mantenimento della forma fisica ed evitando le conseguenze di un periodo prolungato di sedentarietà e inattività.

 

 

Bendaggio funzionaleBendaggio e taping funzionale

Il bendaggio funzionale è una tecnica di immobilizzazione parziale volta a ridurre i tempi di guarigione rispetto alle metodiche di immobilizzazione tradizionali. Un'articolazione viene infatti messa in scarico e protetta, soltanto nella direzione di movimento dolorosa o patologica. Tale tecnica fu messa a punto e introdotta in fisioterapia negli anni 60 da un gruppo di ricercatori americani. Si ottiene attraverso l'applicazione mirata di bende e cerotti adesivi.
Le bende utilizzate si distinguono per le varie misure (cm 6-8-10), o per il loro grado di estensibilità. Alcune bende sono elastiche in larghezza,altre in lunghezza,altre ancora in entrambe le direzioni; vengono impiegate a seconda delle indicazioni. Il cerotto o tape anaelastico viene utilizzato per bloccare l'articolazione nelle direzioni desiderate.
Può essere indicato in seguito ad un trauma distorsivo od una lussazione, dopo una lesione muscolare od una microfrattura , ma anche nel caso di edemi e gonfiori importanti. Non va bendato chi ha problemi dermatologici o allergie riconosciute al collante. Viene rimosso solitamente 4/ 7 giorni dopo, durante i quali viene concesso di svolgere le normali attività giornaliere. Il taping invece è un bendaggio confezionato in preparazione ad un impegno sportivo, solitamente per i primi allenamenti successivi ad un infortunio.

 

 

acquaticitAcquaticità per neonati

Per definizione, il nuoto neonatale è un'attività motoria che si svolge in acqua sin dai primi 3 mesi di vita e che consiste, sostanzialmente, nel mantenere la cosiddetta acquaticità, tipica del neonato, che lo porta a stare in acqua nella maniera più semplice e congeniale, adeguando il suo modo di muoversi e di respirare, sperimentando situazioni diverse, altrimenti impossibili sulla terraferma.Per "acquaticità" si intende il grado di sensibilizzazione dell'apparato neuromuscolare, attraverso l'acquisizione di uno schema corporeo adattato alle esigenze spaziali dell'elemento acqua ed una consapevole capacità di cogliere, nel rilassamento corporeo, nuove sensazioni percettive.

 

TOP